LibreOffice vs MS Office: meglio Open Source

Grazie alle innumerevoli migliorie apportate nell’ultima versione, LibreOffice e’ decisamente paragonabile alla suite MS Office!

La versione open source proposta e’ un ottimo strumento sia per uso domestico che commerciale, il link per il download e’ unico infatti. E’ gratuito e viene distribuito addirittura per le 3 piattaforme piu’ conosciute quali Mac, Linux e Windows. Un programma che tutti possono usare e che infatti soddisfa tutte le richieste, da quelle basilari a quelle piu’ impegnative nell’ambito lavorativo.

Mettiamo a confronto alcuni programmi delle due suite.

Il Writer di LibreOffice e’ assolutamente una valida alternativa al MS Word: forse graficamente un po’ meno accattivante di Word, ma il pannello dei comandi e opzioni e’ praticamente uguale e quindi estremamente completo nonche’ soddisfacente. Il Writer offre, tra l’altro, notevoli caratteristiche di compatibilita’: apre documenti creati in Word, sia con estensione “.doc” che “.docx” e li risalva con le stesse estensioni se necessario, caratteristica ovviamente implementata per conquistare una fetta maggiore di possibili fruitori.

Per quanto riguarda il foglio di calcolo vediamo Calc di LibreOffice impegnarsi contro il veterano Excel: per le funzionalita’ piu’ comuni direi che non c’e’ nessuna differenza! Spezzerei una lancia a favore di Calc per quanto riguarda l’esportazione e l’impostazione dei dati in formato CSV cosa, infatti, non completamente gestibile con Excel. Per quanto riguarda l’utilizzo delle macro il Calc presenterebbe ancora qualche lacuna relativa alla compatibilita’ col suo avversario: a mio parere, tuttavia, nel caso di utilizzo del programma a livello avanzato (macro, statistiche, etc) sarebbe consigliabile il passaggio al database. Una soluzione in PHP e MySQL, ad esempio, risulterebbe estremamente piu’ stabile e gestibile anche dal punto di vista della sicurezza degli accessi. Non sarebbe la prima volta che i clienti chiedono assistenza per fogli di calcolo corrotti o incomprensibili anche per un solo ordinamento di una colonna senza avere la possibilita’ di risalire all’autore del pasticcio.

LibreOffice si presenta molto bene anche a livello di database con il programma Base. Al contrario di MS Access, che e’ compatibile solo con prodotti Microsoft, Base puo’ girare sulle piattaforme piu’ comuni, Mac, Linux e Windows. Per il resto Base offre le stesse funzionalita’ di Access.

Concludo consigliando vivamente LibreOffice in quanto e’ un ottimo prodotto dal punto di vista delle funzionalita’, della compatibilita’ con i sistemi operativi e, aspetto non trascurabile, perche’ e’ gratuito.

Da questo punto di vista le scuole e gli enti pubblici in primis dovrebbero adottare questa suite e quindi contribuire a promuovere l’Open Source. Diciamoci la verita’, molto spesso e’ solo questione di pigrizia! Un sacco di soldi risparmiati in licenze, meno pirateria e soprattutto una sana divulgazione del software libero.

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Unable to load the Are You a Human PlayThru™. Please contact the site owner to report the problem.